XYQuartet

Nicola Fazzini: sax alto
Alessandro Fedrigo: basso elettrico
Saverio Tasca: vibrafono
Luca Colussi: batteria

«QUAND LA RECHERCHE MUSICALE PRODUIT DE LA BEAUTÉ ON NE PEUT QUE S’EXTASIER»
Serge Baudot, Jazz Hot

«XY suona un jazz moderno, con strutture trasversali, collegamenti complessi e un costante coraggio di rischiare.»
Ernst Mitter, Freistil

«Tra le formazioni italiane più personali di questi anni»
Stefano Merighi, Centro d’Arte di Padova

«Una volta entrati nel “gioco” di XY se ne rimane incantati. Ottimo.»
Enrico Bettinello, Il Giornale della Musica

2° MIGLIOR GRUPPO DI JAZZ ITALIANO
TOP JAZZ 2017 – MUSICA JAZZ magazine

XY Quartet nasce dal bisogno condiviso da Nicola Fazzini e Alessandro Fedrigo di creare un mondo sonoro, uno scenario per possibilità improvvisative nuove e nuove forme di scrittura musicale. Sequenze intervallari, pitch class set, ritmi non retrogradabili e multimetrie sono alcuni degli elementi che costituiscono la grammatica del linguaggio XY, strumento compositivo fluido e originale, complesso nella struttura ma generoso nei modi di comunicare.

La formazione, nata nel 2011, ha all’attivo cinque album pubblicati per nusica.org (Idea F, XY, Orbite, QuartettoQuartetto e StraborDante) e si può considerare a tutti gli effetti una realtà di riferimento del nuovo jazz italiano: è stata premiata nel 2014 e nel 2017 come secondo miglior gruppo italiano dalla rivista Musica Jazz e nella sua intensa attività concertistica ha partecipato ai più importanti festival jazz nazionali ed europei.

XY Quartet si contraddistingue dal vivo per la forza e l’efficacia espressiva con la quale elabora materiali musicali in costante equilibrio tra composizione e improvvisazione. Svariate influenze contraddistinguono il repertorio del quartetto che, oltre a farsi contaminare dalle ricerche musicali del ‘900, dal serialismo al minimalismo, trae ispirazione da mondi non strettamente sonori ma ‘sonificabili’ come fantascienza, architettura, letteratura e linguistica. L’approccio transdisciplinare caratteristico e unico fa di XY Quartet una formazione assolutamente originale nel panorama internazionale, i membri del quartetto amano immaginare che la loro musica sia stata ispirata e composta da Jon Futuru, personaggio immaginario che vive in uno spazio-tempo lontano: gli elementi del linguaggio musicale vengono sottratti dal loro contesto storico, geografico, sociale e proiettati in una dimensione altra che diventa un ipotetico futuro extraterrestre.

In questi anni XYQuartet ha realizzato diversi progetti originali dal vivo tra cui 5 Astronauts, concerto multimediale in collaborazione con il video artista Claudio Sichel e StraborDante, performance con voce di John De Leo e multivisioni di Francesco Lo Pergolo ispirata all’Inferno di Dante Alighieri. L’ensemble ha suonato, tra i tanti, presso Umbria Jazz, Novara Jazz, Centro d’Arte di Padova, Ivrea Jazz Festival, Una Striscia di Terra Feconda a Roma, Nel Gioco del Jazz a Bari, Torino Jazz Festival, Jazz & Wine Of Peace a Cormons, Jazz Club Ferrara, Pisa Jazz, Casa del Jazz a Roma, Vicenza Jazz, Lana meets Jazz in Trentino, Bologna Jazz Festival. Il gruppo ha inoltre tenuto tour in Svizzera, Austria, Polonia, Ungheria, Germania, Olanda, Slovenia, Lettonia, Estonia, Finlandia, Lussemburgo e Ungheria.

Menu