11 Orbite

nuovo

> PRESENTAZIONE
> VIDEO
> PARTITURE

> ASCOLTA I BRANI
> SCARICA IL CD GRATIS
> PER RICEVERE IL CD



PARTITURE

o1 Titov (N.Fazzini)
Brano denso, scuro e misterioso fatto di ramificazioni seriali e sovrapposizioni di tre ritmi diversi, costruiti sui numeri 3, 5 e 7.
L'astronauta sovietico German Stepanovich Titov fu il più giovane astronauta in orbita, e sarebbe potuto essere il primo uomo nello spazio se non fosse stato a lui preferito Gagarin, di origine più proletaria.
> PDF partitura

o2 Gagarin (A.Fedrigo)
Una composizione in 4 sezioni che utilizza due esatoni reciproci costruiti sull'intervallo di tritono che ricombinati in modo alternativo generano una serie.
Una serie battute con metri diversi. La battute vengono ordinati in vari modi (dal più piccolo al più grande, dal più grande al più piccole, in modo spiraliforme, in modo spiraliforme al contrario). Gagarin è stato il primo esploratore di un nuovo spazio, questa composizione esplora uno spazio nuovo organizzato in modo diverso, non c'è gravità nella prima sezione, c'è una preparazione dei materiali confusa, poi tutto prende forma in un volo che coinvolge tutti gli strumenti in modo paritetico e ha momenti di poesia e introspettivià, l'ascesa è costante fino alla discesa vittoriosa finale.
> PDF partitura

o3 Malcolm Carpenter (N.Fazzini)
Una composizione lunga e strutturata in tre parti, a significare una sorta di discesa dallo spazio più profondo agli abissi marini, come fu nella vita del nostro astronauta. Noto per la disavventura di essere atterrato per un errore di calcolo a ben 300 km dall'obiettivo, Carpenter fu poi affidato a incarichi di ufficio nella Nasa fino a quando, a fine carriera, entrò nel team di Jaques Cousteau, passando dall'esplorazione dello spazio a quella degli oceani.
> PDF partitura

o4 Buzz (A.Fedrigo)
Buzz Aldrin è un personaggio controverso e vivente. La composizione di fatto è incompleta per questo motivo. E' costituita in tre parti che descrivono la giovinezza da militare, la seconda parte il volo nello Spazio e la terza una fase più riflessiva da uomo politico. Il materiale usato è una serie che nasce da due scale esatonali, sulle quali si svolge l'assolo. A Buzz Aldrin è dedicato il personaggio della saga di Toy Story.
> PDF partitura

o5 Valentina Tereshkova (S.Tasca)
Fu la prima donna in orbita. Generatrice la distanza tra due suoni che diventa ritmo, la donna come "Dio dei Bambini", la cui voce ritma la prima conoscenza. Il brano nasce evocando la voce della donna e la sua forza avvolgente, e si sviluppa come l'universo, partendo dal più piccolo aggregato, espandendosi.
> PDF partitura

o6 John Glenn (N.Fazzini)
Primo statunitense nello spazio e successivamente più anziano astronauta in missione la figura di John Glenn si materializza in questa composizione che unisce elementi legati alla tradizione jazzistica (la forma canzone, la struttura tema/soli/tema una progressione armonica chiara) a elementi più innovativi (multiritmia, fraseggi e intervalli inconsueti).
> PDF partitura

o7 Rakesh (A.Fedrigo)
Rakesh Sharma è stato il primo cosmonauta indiano, il primo a praticare lo Yoga nello Spazio, questa composizione è una sorta di meditazione su una serie di 12 suoni costituita unicamente di intervalli di terza maggiore e quarta giusta ricombinati in vario modo. Un tentativo di incrociare matematica e spiritualità come da sempre fa la respirazione profonda dello Yoga.
> PDF partitura

o8 Vladimir Komarov (S.Tasca)
Primo essere umano deceduto in missione spaziale, alla ricerca dello spazio trovò la Libera Ampiezza, evolvendo la ricerca, troppo ridotta per un Uomo.
La sua musica si dipana tra l'organizzazione della meccanica e l'invenzione umana, e finisce nell'invenzione della meccanica, l'imprevisto, la distruzione, l'errore.
> PDF partitura


Sito Facebook YouTube Soundcloud Email